Il vantaggio maggiore dell’implantologia è rappresentato dal fatto che uno o più denti persi possono essere sostituiti con una protesi, senza andare a toccare i restanti denti sani.

Ponte in ceramica su impianti
La soluzione protesica soddisfa sia i requisiti funzionali sia quelli estetici.

Anche quando il tessuto osseo sul quale è necessario inserire l’impianto non presenta il volume o la resistenza necessarie, è possibile incrementarlo (aumentarlo) con l’aggiunta di tessuto osseo artificiale.

La procedura rientra tra gli interventi standard di chirurgia orale e non costituisce alcun rischio per il paziente.

Dopo complessivamente 6 mesi dal momento in cui è stato aggiunto il tessuto osseo artificiale, questo diventa parte integrante dell’osso naturale creando così le condizioni necessarie per l’inserimento dell’impianto.

Una volta inserito, l’impianto deve rimanere nell’osso almeno 3 mesi affinché sia possibile caricarlo con le corone definitive (ponte). Le corone possono essere costituite di vari materiali, quale di essi sarà poi utilizzato dipende dalla situazione concreta così come dai desideri e dalle possibilità finanziarie del paziente.

Sebbene per il successo dell’intervento implantare sia preferibile non caricare gli impianti, in oltre il 95% dei casi è possibile posizionare su di essi, immediatamente dopo l’intervento, i denti provvisori. In tal modo si permette al paziente di proseguire con la sua normale attività durante il periodo di osteointegrazione.

Il paziente già dopo mezz’ora dall’intervento può tornare alle sue attività quotidiane.

Richiedi un Preventivo Gratuito, compilando il form .

Allega la tua Panoramica Dentale, premere Chose File per caricare i documenti e poi “INVIA”